REGISTRATI    

LA LEGGE DI BILANCIO PER IL 2021: commento ed analisi delle norme d’interesse per gli enti territoriali

Il Presidente di ANCREL, Marco Castellani, è intervenuto al webinar promosso insieme all’Associazione Contare e Città Metropolitana di Firenze, in collaborazione con Regione Emilia Romagna e Upi Emilia-Romagna.

La mattinata di lavoro, dal titolo ‘La legge di Bilancio per il 2021: commento ed analisi delle norme d’interesse per gli enti territoriali’, ha visto la partecipazione di circa 300 responsabili dei servizi finanziari di tutta Italia.

Presieduto da Giovanni Ravelli (Segretario Associazione Contare - Consulente UPI), l’incontro ha visto la partecipazione anche di Rocco Conte (Responsabile Finanziario Città Metropolitana di Firenze) su “Norme per la predisposizione dei bilanci di previsione di comuni e province”, di Stefano Pozzoli (Professore Ordinario di Economia Aziendale Università PARTHENOPE di Napoli) con una “Relazione sul governo societario e misurazione del rischio di crisi”, Luciano Benedetti (Responsabile Finanziario Comune di Siena) sulle “Novità tributarie per i Comuni: effetti sugli equilibri 2021”, Pasquale Monea (Segretario Generale della Città Metropolitana di Firenze) su “Le novità normative in materia di personale della pubblica amministrazione”, Onelio Pignatti (Presidente Associazione Contare e Regione Emilia-Romagna) su “La programmazione dei nuovi fondi europei e il ruolo degli enti territoriali”.

 

L’intervento del Presidente Ancrel ha avuto per titolo “Il parere dei revisori al bilancio di previsione e la verifica degli equilibri di bilancio”. Il documento presentato – le cui slide sono disponibili – ha affrontato alcuni temi che attengono l’esercizio provvisorio degli enti, quando gestiscono gli stanziamenti di competenza previsti nell'ultimo bilancio approvato per l'esercizio cui si riferisce la gestione o l'esercizio provvisorio, ed effettuano i pagamenti entro i limiti determinati dalla somma dei residui al 31 dicembre dell'anno precedente e degli stanziamenti di competenza al netto del fondo pluriennale vincolato.

Un frangente nel quale è possibile il ricorso all’anticipazione di tesoreria e non è consentito il ricorso all’indebitamento. Marco Castellani ha poi spaziato sui temi relativi al personale e alle variazioni possibili.

Altro ambito dell’intervento, quello sul Bilancio di previsione con le ultime normative emesse; infine, focus sulla certificazione Covid e sul fondo di garanzia per i debiti commerciali.

 


{* *}